Dalle 7:30 alle 9:30 si accolgono i bambini nelle rispettive classi e si prepara la colazione per coloro che ne fanno richiesta e che arrivano presto la mattina. In questo orario le educatrici si dedicano ai piccoli riti di ingresso, in modo tale che i bambini percepiscano di essere attesi e ben accolti.

Dalle 9.45 alle 10.15 si fa quindi uno spuntino, frutta frullata per i piccoli , e frutta fresca a pezzi per medi e grandi, pane o biscotti per chi lo desidera, dando la possibilità ai più autonomi di servirsi liberamente da soli su un mobiletto. Dopo lo spuntino i bimbi si dividono in piccolo gruppo in base ai loro interessi per le varie proposte: pittura, manipolazione, incastri, costruzioni, disegno, giochi di movimento, gioco libero e simbolico, etc..

Intorno alle 11.15 si va a tavola per il pranzo, i più grandi apparecchiano e sporzionano il cibo, i più piccoli hanno a disposizione un cucchiaio per provare da soli a mangiare se lo desiderano, mentre vengono aiutati dall’educatrice in un rapporto numerico ridotto.

Dopo il pranzo si lavano le manine, gioco libero, filastrocche, racconto di piccole fiabe, lettura di libri, ascolto di musica rilassante. Se è bel tempo le attività, sia al mattino che dopo pranzo, possono essere svolte all’aperto.

Intorno alle 13.00 si va a riposare, nella stanza dei lettini. E’ un momento di coccole e ninne nanne, che richiede molta attenzione da parte delle educatrici, affinché i bambini possano avvicinarsi al sonno serenamente. Quando i piccoli hanno terminato il loro sonno possono sedersi al tavolo per la merenda, o per il momento del tea. Si aspetta quindi insieme, con momenti di gioco e di cura, l’arrivo dei genitori.

Dopo l’uscita delle 14.30 si svolgono varie attività sempre in piccolo gruppo, in attesa delle altre uscite. I ritmi cambiano per i più piccoli, che effettuano di solito un pisolino anche nella prima parte della mattinata (il sonno è comunque previsto in base ai bisogni dei bambini, quindi in base alla loro richiesta).